Aurora boreale

image
Photograph by Paul Nicklen

L’aurora boreale è uno dei fenomeni che mi affascina di più su questa terra. Prima di ritornare sul mio pianeta, ho deciso di fare un viaggio per andare ad ammirare il cielo che si colora dal vivo.

Partirò da Edmonton, in Canada, tanto per respirare la stessa aria che è entrata nei polmoni di Marshall McLuhan, quando ci sarà la luna nuova.

Volerò su Yellowknife, nei Territori di Nord Ovest e poi con l’idrovolante planare su uno sperduto lodge artico.

Di notte mi perderò nei cieli drogando la vista con i colori.

Di giorno, mi perderò nella natura dell’artico, magari su una slitta trainata dai cani, con gli sci da fondo, le racchette da neve, la motoslitta. Forse costruirò un rifugio di neve, forse pescherò nel ghiaccio o imparerò dai Dene come vivere al freddo.

Prima di ritornare sul mio pianeta, farò questo viaggio.

Una favola megalitica

image

La prima volta che ho sentito parlare di Coral Castle e del suo costruttore ho pensato che si trattasse di una favola romantica, dolce e terribilmente triste allo stesso tempo. Da una decina di anni a questa parte, invece, in programmi televisivi e in tutto il web imperversano notizie a riguardo, teorie e magari anche avvistamenti alieni.
Rimane un bel mistero, oppure una delle più grandi prese in giro del secolo.
Iniziamo con la favola.

Continua a leggere “Una favola megalitica”

Porta bijoux

Mi piace molto indossare collane, orecchini e bracciali di bigiotteria. Quando la mattina non vado di corsa (e accade raramente dato che sono sempre in ritardo) indosso qualcosa che dia quel tocco di luce che mi fa sentire meglio.
Così ho pensato di costruirmi un porta bijoux da appendere al muro o nella parte interna dell’armadio che mi aiuti nella scelta a colpo d’occhio, magari mentre infilo una scarpa e scaravento in borsa il cellulare.
Naturalmente è tutto materiale che avevo già a casa. 🙂
Una gruccia in metallo, un nastro di velo bianco, filo dorato e perline bianche di legno. La rete è quella di plastica usata per gli orti e i giardini: sulla parete bianca non si vede.
Questo il risultato finale.
image
Niente di eccessivamente complicato se non la parte in cui ho unito la rete alla gruccia: qui armatevi di pazienza, ago e filo.
image
Per unire le due aste in legno alla gruccia ho usato degli anelli argentati e dorati di una vecchia collana.
image
image
Finalmente ho messo un po’ d’ordine! 😉

Madonna con Bambino

1Questa Madonna con un Bambin Gesù appena nato l’ho fatta un paio di anni fa.
L’idea mi è venuta da alcuni scampoli di stoffa molto delicati e che mi servono per varie attività a scuola, da alcune listarelle di legno (un giocattolo rotto di mio figlio) e una bambola da buttare (mia dei tempi che furono…). Così sono usciti fuori i vestiti (il velo della Madonna e i panni che avvolgono il Bambino li ho creati con la garza per medicamenti), la mangiatoia e i capelli della Madonna. Il volto è fatto con il Das.

2